BUSINESS

Perché ne stiamo parlando
Il FemTech, segmento della tecnologia che sviluppa soluzioni ad hoc per la salute e il benessere delle donne, è in grande espansione e in crescita costante: il valore delle sue imprese, di 28 miliardi di dollari nel 2023, è destinato ad arrivare a 100 miliardi nel 2030 (Dealroom). Una grande opportunità per gli investitori e per chi vuole intraprendere. Ma in Italia sono ancora poche le startup.

La grande opportunità del FemTech. Ma in Italia sono ancora poche le startup
La grande opportunità del FemTech. Ma in Italia sono ancora poche le startup

In evidenza

di Tiziana Tripepi

Perché ne stiamo parlando
Il FemTech, segmento della tecnologia che sviluppa soluzioni ad hoc per la salute e il benessere delle donne, è in grande espansione e in crescita costante: il valore delle sue imprese, di 28 miliardi di dollari nel 2023, è destinato ad arrivare a 100 miliardi nel 2030 (Dealroom). Una grande opportunità per gli investitori e per chi vuole intraprendere. Ma in Italia sono ancora poche le startup.

Business

Friuli Venezia Giulia: 10 milioni di euro per progetti di ricerca industriale Life science
8 Maggio 2024

Perché ne stiamo parlando
È stato presentato ieri a Trieste il bando “Booster for life science – Trl advancement” che si prefigge di sostenere progetti di ricerca finalizzati all’innalzamento del livello di maturità tecnologica (TRL) di prodotti e servizi in fase di sviluppo, supportando sia la validazione di idee sia lo sviluppo di tecnologie innovative, per favorirne l’ingresso sul mercato.

«Donne, neri, latini: investo in startup fondate da chi è ignorato dal venture capital»
6 Maggio 2024

Perché ne stiamo parlando
Serena Williams, la leggendaria campionessa di tennis afroamericana, ha recentemente postato su TikTok un video in cui parla dei suoi investimenti di Venture Capital in startup, destinati principalmente a donne, neri e persone sottorappresentate. Con Serena Ventures, fondata nel 2014, ha investito a oggi in 67 imprese.

Maria Cristina Porta (ENEA Tech e Biomedical): la produzione di terapie avanzate è un asset strategico per la competitività del Paese nel settore Life science
2 Maggio 2024

Perché ne stiamo parlando
La medicina di precisione rappresenta un processo virtuoso ma, anche in questo ambito, occorre sviluppare regolamenti e linee guida per un’implementazione sicura ed efficace. Ne parliamo con Maria Cristina Porta, Direttore Generale di ENEA Tech e Biomedical, alla luce della selezione dei progetti ammessi alla fase C della call to action su Digital Health e Precision Medicine.

«Business Angel, investite nelle scienze della vita»
24 Aprile 2024

Perché ne stiamo parlando
Paola Lanati, Editrice di INNLIFES, è stata nominata Vicepresidente di Italian Angels for Biotech, l’associazione di Business Angel attiva campo del biotech e life science. La sua missione sarà quella di avvicinare un numero sempre maggiore di persone all’investimento early stage in questo settore.

Venture Capital: 139 milioni di euro al life science nel primo trimestre 2024
19 Aprile 2024

Perché ne stiamo parlando
Il 15 e 16 aprile è stato presentato il report trimestrale dell’Osservatorio sul Venture Capital in Italia, realizzato da Growth Capital in collaborazione con Italian Tech Alliance. Ne abbiamo analizzato i risultati, con un’attenzione particolare al settore life science.

ERC Advanced Grant: in Italia 4 progetti di eccellenza Life Science
17 Aprile 2024

Perché ne stiamo parlando
Il Consiglio Europeo della Ricerca ha annunciato i nomi dei 255 vincitori degli ERC Advanced Grants. Con 12 progetti ospitati, l’Italia si posiziona al 7° posto. In ambito Life science, Boletta, Foiani, Iannacone, Scorrano sono i Principal Investigator di 4 progetti che saranno condotti all’Università Vita-Salute San Raffaele, all’Università degli studi di Milano e all’Università di Padova.

Gli investimenti ESG sono cresciuti in modo esponenziale: ora servono parametri condivisi
16 Aprile 2024

Perché ne stiamo parlando
Uno studio realizzato da Deloitte e The Fletcher School of Tufts University dimostra che gli investimenti ESG sono cresciuti negli ultimi 5 anni. Il 79% degli investitori ha adottato politiche ESG, ma permangono ancora alcune barriere dovute soprattutto alla chiarezza delle informazioni e all’affidabilità delle fonti.

Life science: servono nuove alleanze tra accademia e industria
11 Aprile 2024

Perché ne stiamo parlando
In occasione di Selecting Italy, due giorni di confronto organizzati da Regione Friuli Venezia Giulia e la Conferenza delle Regioni, si è discusso anche di trasferimento tecnologico e attrazione di investimenti esteri nel settore delle Scienze della Vita. Facciamo il punto con Ennio Tasciotti, Scientific Advisor del Cluster Scienze della Vita del Friuli Venezia Giulia.

«Investire nel biotech: non è solo una questione di soldi»
9 Aprile 2024

Perché lo abbiamo scelto
Ingegnere biomedico, 38 anni, Pietro Puglisi, insieme a Ciro Spedaliere ha creato la prima società di venture capital in Italia specializzata nel biotech. Si chiama Claris Ventures e il suo primo fondo, Claris Biotech I, ha raccolto 85 milioni di euro. Ha investito a oggi in nove aziende che stanno risolvendo problemi importantissimi.

Il mercato dei big data sanitari è proiettato su un +9% annuo nel prossimo settennio
8 Aprile 2024

Perché ne stiamo parlando
Il mondo dei dati, e dei relativi analytics, nel settore healthcare arriverà a sfiorare i 60 miliardi di dollari nel 2031. Le aziende stanno adeguando i modelli di business per favorire raccolta, archiviazione, gestione e utilizzo dei dati sanitari, anche per migliorare la pratica clinica e la ricerca scientifica.

Approvata anche negli USA la terapia genica per la leucodistrofia metacromatica. Lenmeldy: ma quanto mi costi?
4 Aprile 2024

Perché ne stiamo parlando
La recente approvazione negli Stati Uniti della terapia genica per la leucodistrofia metacromatica riaccende il dibattito sul costo delle terapie avanzate destinate a pazienti con esigenze di cura altrimenti insoddisfatte. Ne parliamo con Armando Genazzani, Ordinario dell’Università di Torino.

Agritech: ENEA Tech e Biomedical supporta l’innovazione tecnologica dal campo alla tavola
25 Marzo 2024

Perché ne stiamo parlando
È necessario fare grandi investimenti per rafforzare la ricerca scientifica e tecnologica e le sue applicazioni industriali in un settore strategico come quello agroalimentare. Di agricoltura di precisione, nuove tecnologie di miglioramento genetico e della call (aperta fino al 31 maggio) della Fondazione ENEA Tech e Biomedical, parliamo con Paolo Bonaretti.

News

Raccolte