Digital Health

Intelligenza artificiale: la startup Aindo lancia la prima sfida sui dati sintetici

Perché ne stiamo parlando
La startup Aindo ha lanciato il primo hackathon che ha l’obiettivo di promuovere il progresso delle soluzioni di intelligenza artificiale attraverso l’uso dei dati sintetici, con un potenziale impatto significativo anche nel settore life science.

Intelligenza artificiale: Aindo lancia la prima sfida sui dati sintetici
Credit: Claude AI UK

Aindo, startup nata dalla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste, che ha sviluppato e brevettato una tecnologia di generazione di dati sintetici, presentata tra le innovazioni globali tecnologiche a CES 2024 a Las Vegas, lancia “Synthetic Data Hackathon: Accelerate AI”, il primo hackathon per approfondire le capacità di generare soluzioni basate su set di dati sintetici. La sfida, realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Trieste e il Dipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale (DIAG) de La Sapienza di Roma, sarà rivolta a studentesse e studenti universitari, chiamati a creare un modello predittivo basato su dati sintetici, pronto a essere utilizzato in uno scenario reale. L’intento dell’hackathon è promuovere il progresso delle soluzioni di IA attraverso l’uso dei dati sintetici. Infatti, poiché i dati sintetici non contengono dati di persone reali, è possibile fare ricerca e sviluppo di soluzioni di intelligenza artificiale rispettose della privacy.

Panfilo (CEO Aindo): “Entro 2024 il 60% dei dati usati da AIC saranno sintetici”

All’organizzazione della challenge partecipa anche Televita, impresa triestina che progetta e gestisce servizi telematici nel settore della salute: già partner di Aindo dal 2023 per lo sviluppo di un servizio di teleassistenza sanitaria predittiva a vantaggio delle persone fragili, Televita collabora all’hackathon con l’obiettivo di includere gli studenti in progetti innovativi da promuovere sul territorio. Altra realtà coinvolta nell’hackathon è AI2S, l’Artificial Intelligence Student Society, che nei giorni dell’evento supporterà operativamente l’organizzazione. “I dati sintetici rappresentano una delle innovazioni più importanti a livello mondiale nel campo dell’intelligenza artificiale: si prevede che entro il 2024 il 60% dei dati utilizzati in progetti di AI sarà generato sinteticamente, a fronte dell’1% nel 2021”, dichiara Daniele Panfilo, co-fondatore e CEO di Aindo. “Per favorire il progresso dell’AI abbiamo indetto una competizione a livello nazionale per chiamare studenti ad esplorare le potenzialità dei dati sintetici – dati creati artificialmente che garantiscono la privacy degli utenti – creando innovazione nel mondo reale con l’AI. Con l’hackathon – continua – lanciamo una sfida per il progresso scientifico dell’intelligenza artificiale pensando al beneficio sociale ed economico offerto da questa innovazione straordinaria”.

I partecipanti all’hackathon dovranno sviluppare un modello predittivo concreto

“Synthetic Data Hackathon: Accelerate AI” è rivolto a studentesse e studenti che si metteranno alla prova in una challenge dedicata al progresso delle soluzioni AI. I partecipanti utilizzeranno set di dati sintetici per sviluppare un modello predittivo solido e applicabile a scenari reali. Usando l’AI generativa, Aindo ha brevettato nel 2023 una tecnologia basata su dati sintetici. I dati sintetici, essendo dati artificiali, generati attraverso modelli di machine learning, sono completamente privi di informazioni sensibili e conservano fedelmente le caratteristiche e i comportamenti dei dati personali reali. Questa tecnologia, permettendo accessibilità, valorizzazione e scambio dei dati, crea un nuovo paradigma per la protezione della privacy consentendo di applicare le potenzialità dell’intelligenza artificiale in settori ad alto impatto sociale ed economico, dall’ambito sanitario e industriale a quello assicurativo e bancario, anche per ricerche e studi di settore.

Istruzioni per partecipare all’hackathon di Aindo

Per partecipare all’hackathon sarà necessario iscriversi online entro il primo febbraio, in squadre da due a cinque persone. La competizione si svolgerà in presenza a Roma e a Trieste, nel corso di due giornate. Sabato 3 febbraio verrà presentata la challenge alle squadre e dopo la consegna dei dati sintetici la competizione comincerà. Gli studenti avranno tempo fino alla mezzanotte per elaborare la loro soluzione. Domenica 4 febbraio il comitato di valutazione esaminerà gli elaborati delle squadre. Il lavoro delle squadre sarà basato su due criteri di valutazione: la performance della soluzione sviluppata, e la capacità di presentare efficacemente il lavoro svolto. In palio tre premi: miglior punteggio complessivo (3.000 euro), assegnato alla squadra col punteggio complessivamente migliore sia per quanto riguarda la performance della soluzione sviluppata, sia per la qualità della presentazione; miglior performance della soluzione sviluppata (1.000 euro), conferito al team con la performance più alta tra quelli che non hanno ottenuto il primo premio; migliore presentazione (500 euro), al team più capace di comunicare efficacemente la propria soluzione entro i limiti di tempo. Saranno valutate dunque l’eccellenza della soluzione sviluppata e la capacità di presentare soluzioni innovative.

Image Credit: Claude AI UK
https://claudeai.uk/

Keypoints

  • Aindo ha lanciato il primo hackathon per approfondire le capacità di generare soluzioni basate su set di dati sintetici
  • Entro il 2024 il 60% dei dati utilizzati in progetti di AI sarà generato sinteticamente, a fronte dell’1% nel 2021
  • I dati sintetici vengono generati attraverso modelli di machine learning e sono completamente privi di informazioni sensibili
  • I partecipanti all’hackathon saranno valutati per l’eccellenza della soluzione sviluppata

Ti è piaciuto questo articolo?

Share

Registrati per commentare l’articolo

Pills

Raccolte

Articoli correlati